Torce led: capire le caratteristiche e scegliere la migliore

Le torce sono un oggetto tanto fondamentale quanto difficile da scegliere

Sebbene le lampade da scalatore (o frontali) siano ultimamente diventate più popolari, le torce tattiche rimangono una buona scelta in molte situazioni come:

  • ovunque si desidera un raggio portatile più potente,
  • quando la destrezza e la precisione nel controllo della luce risultano fondamentali,
  • quando c’è bisogno di posizionare una luce fissa per lavorare a qualcosa.
  • per segnalazione, nella loro funzione flash intermittente.

I progressi nella tecnologia dei LED (diodi ad emissione luminosa) e l’efficienza della batteria hanno reso le torce più piccole, più leggere e incredibilmente più luminose rispetto a qualche anno fa.

Dunque, qual è la migliore torcia a LED per te? Questo articolo ti aiuterà a restringere il campo.

Come scegliere la torcia giusta?

I fattori chiave da tenere in considerazione quando si sceglie una torcia sono:

–  la resa luminosa

–  il tipo di batteria e la sua durata,

–  la dimensioni e il peso.

Le torce spaziano da meno di 18€  a oltre 180€, ma potrebbero avere le stesse dimensioni. Quale scegliere? Il tipo di luce emessa è inoltre un fattore determinante. Una luce più costosa è tale, nella maggior parte dei casi, grazie all’utilizzo di lampadine più potenti, batterie e circuiti migliori. Una batteria ricaricabile, inoltre, può aumentarne il prezzo, così come altre caratteristiche aggiuntive, ad esempio una  forte resistenza all’acqua, un’efficace dissipazione del calore e varie modalità di illuminazione.

Shopping di persona? Assicuratevi di controllare:

  • Come si accende e spegne la luce e se potrebbe inavvertitamente attivarsi all’interno del vostro zaino. O, se programmate di utilizzarla al freddo, quanto facile risulta accenderla o disattivarla indossando i guanti.
  • È abbastanza resistente, ma altrettanto leggera per le vostre esigenze?
  • È necessario qualche tipo di strumento per cambiarne le batterie?

Flashlight Performance

Introdotti nel 2009, gli standard ANSI FL1 per le torce elettriche garantiscono che i modelli siano testati e valutati allo stesso modo. L’attuazione di questi standard è volontario, dipende cioè da venditore a venditore, ma la maggior parte dei marchi principali ora include i seguenti dati riguardanti le prestazioni sulla confezione.

Light Output

Questa misura si effettua in lumen e attesta l’intensità della luce che esce dalla torcia, con l’impostazione di luminosità più elevata alimentata da batterie al massimo della carica.

Potrebbe anche essere utilizzato per testare più impostazioni di luce.

Questo è un ottimo strumento di confronto, ma non racconta l’intera storia della luminosità. L’intensità del raggio, la distanza e il tipo influenzano l’efficacia di una luce in diverse applicazioni. L’emissione luminosa può variare da un modesto 20 lumen (ottimo per la lettura di un libro) a 3500 lumen.

Distanza del raggio

Misurato in metri. Questo è la distanza massima a cui la luce risplenderà prima che la luminosità diminuisca all’equivalente della cosiddetta “luce della luna piena”. L’illuminazione a luna piena è considerata adeguata per un viaggio sicuro e attento all’esterno. Questa distanza varierà con l’impostazione di luminosità selezionata.

Tempo di esecuzione

Misurato in ore, questo parametro verifica quanto tempo impiega la potenza luminosa a scendere al 10% della potenza nominale delle nuove batterie, arrotondato al quarto d’ora più prossimo. L’emissione di luce può diminuire gradualmente nel tempo o rimanere ampiamente costante e quindi diminuire improvvisamente. Il tempo di esecuzione è comunemente indicato per ogni impostazione di luce. Un grafico Runtime, se disponibile, fornisce la migliore illustrazione delle prestazioni di una luce nel corso delle settimane.

Resistenza all’impatto

Misurato in metri. Le torce vengono testate facendole cadere 6 volte sul calcestruzzo da una certa distanza. Questo test serve principalmente a garantire la funzionalità dopo occasionali cadute accidentali. Non è una prova di resistenza che verifica una luce viene investita, viene colpita con un oggetto pesante o utilizzata per colpire altri oggetti.

Resistenza all’acqua

Valutato utilizzando il sistema IPX. La resistenza all’acqua è importante se si usa la luce sotto la pioggia o intorno a corsi d’acqua. Esistono tre valori di riferimento:

Indica una valutazione IPX4 è resistente agli spruzzi da tutti gli angoli, dopo l’applicazione del test di impatto.

Indica una valutazione di immersione in acqua, anche dopo il test di impatto.

Water resistance icon

IPX7 – immersione temporanea: fino a 30 minuti ad una profondità di 1m.

IPX8 – immersione: fino a 4 ore alla profondità specificata.

Funzioni e caratteristiche aggiuntive

Alcuni o anche tutti questi attributi non classificati ANSI possono a loro volta influenzare la scelta della torcia:

Tipo di lampadina

I progressi nella tecnologia LED hanno reso obsoleti gli altri tipi di lampadine. Incandescenti tipo le lampadine di krypton esistono ancora in alcuni modelli di torcia, ma è difficile battere l’efficienza energetica, il tempo di esecuzione, la resistenza all’impatto e le diverse opzioni di luminosità di una torcia a LED.

Tipo di raggio

Il riflettore della lente che circonda la lampadina influenza il modo in cui la luce viene dispersa. Le 3 opzioni più comuni:

Ampia (o fissa): larghezza di un singolo raggio. Buono per compiti generali in campo o mentre si cammina.

Spot (o focalizzato): un singolo raggio condensato in un riflettore per penetrare a lunga distanza. Questo è il modo migliore per trovare percorsi o altre attività di precisione.

Regolabile: la larghezza del fascio varia da ampia a focalizzata, o qualsiasi punto intermedio. Ciò significa, ad esempio, che uno scalatore che cerca il prossimo appiglio userebbe un raggio spot; mentre per studiare una mappa è più appropriato selezionare un raggio ampio.

Uscita controllata

Le luci con un alimentatore regolato mantengono un livello di luminosità costante e quasi di picco durante la maggior parte del ciclo di vita delle batterie. Verso la fine, tuttavia, l’emissione di luce cala bruscamente e in modo significativo. Le luci non regolate iniziano a brillare e progressivamente diventano più tenui man mano che scaricano energia dalle batterie.

Tipo di batteria

Il tipo e la disponibilità di batterie sostitutive sono spesso un fattore determinante nella scelta di una torcia.

Monouso: le batterie più comuni in uso, AAA o AA, sono ampiamente disponibili. Le CR123A sono un’altrettanto buona alternativa, ma più costosa e, a volte, più difficile da trovare. Il loro vantaggio è una tensione elettrica maggiore, vantando inoltre dimensioni e peso ridotti, rendendo possibile un fascio di luce più luminoso, ma in una batteria più piccola e leggera. Le torce che utilizzano le batterie D sono tutt’ora in commercio se si cerca qualcosa che possa fungere da arma per difesa personale o una luce che decisamente non si perda in una tasca.

Ricaricabile: le batterie agli ioni di litio incorporate possono essere ricaricate tramite una connessione USB da un computer, una presa CA o CC o un pannello solare. Il costo iniziale elevato è più che compensato dal basso costo di mantenimento, senza bisogno di batterie usa e getta e di rifiuti ridotti.

Rinnovabile: le torce con batteria incorporata alimentate da una manovella o da un pannello solare sono ideali per i kit di emergenza.

Attenzione: non utilizzare batterie a litio o agli ioni di litio con nessuna torcia a meno che non sia raccomandato dal produttore.

Si rischia di danneggiare la luce sfasandola con batterie a litio.

Modalità

Una singola impostazione è sufficiente per un uso generico. Alcuni modelli offrono 2 o più modalità come bassa, media, alta e spinta). Raramente puoi usare più di una modalità, ma avere la possibilità di lanciare un raggio extra forte su richiesta può essere rassicurante. Più è luminosa la modalità, più breve è il tempo di esecuzione. Alcuni modelli possono offrire modalità speciali come una funzione strobo o SOS. Le modalità programmabili dall’utente o il sequenziamento della modalità possono essere un’opzione. Questa potrebbe essere una funzione integrata nella torcia, oppure configurata su software e scaricata alla luce tramite un cavo USB.

Controlli

Il tipo di interruttore on/off e luci può essere un elemento importante da valutare per alcuni. Pulsanti e cursori sono, infatti, generalmente azionati con il pollice. Una ghiera girevole può anche fungere da interruttore, richiedendo 2 mani per funzionare. Una funzione di blocco di sicurezza impedisce che la luce si accenda accidentalmente, aiutando a prevenire la spiacevole ed inaspettata fine della batteria.

Alcune luci sono dotate di una funzione insta-beam silenziosa (non a scatto) in cui premendo leggermente l’interruttore si attiva la luce fino a quando non viene premuto completamente, oppure rilasciando l’interruttore si spegne, senza dover scorrere tutte le modalità. Questa è una caratteristica auspicabile nelle operazioni in cui è richiesta rapidità d’azione.

Materiali e forma

La maggior parte dei corpi di torcia è in lega di plastica o di alluminio. Alcuni dispongono di acciaio inossidabile nella testa della torcia per una maggiore resistenza agli urti. Non tutti i corpi in alluminio sono uguali: gli stili più sottili sono più leggeri e quelli più spessi sono più duri.

I corpi cilindrici sono la forma più comune, ma poiché tendono a rotolare quando vengono posizionati su una superficie, alcuni modelli sono profilati per resistere al rotolamento. Inoltre, la superficie del corpo può avere un disegno zigrinato per fornire aderenza e ridurre lo scivolamento.

Dimensioni e peso

Questa è principalmente una preferenza personale. Un’unità più grande e più pesante non è necessariamente più luminosa, ma è probabile che sia caratterizzata da un tempo di funzionamento prolungato a causa di una maggiore capacità della batteria.

Accessori

I componenti aggiuntivi che possono essere inclusi o venduti separatamente includono un cordino, un gancio per cintura o una fondina, nonché filtri e diffusori per obiettivi per fornire opzioni di illuminazione.

Continua a leggere:

Prodotti made in Italy
come scegliere il sacco a pelo