regole per accendere fuoco

Innanzitutto, per poter accendere un fuoco, è necessario sapere che non è permesso farlo in qualsiasi luogo. Ci sono regole particolari per accendere il fuoco che bisogna seguire per non incorrere in sanzioni e non violare la legge.

Le regole per accendere il fuoco in campeggio


Alcuno regole ci vengono date direttamente dall’autorità forestale del luogo in cui ci troviamo, cambiano da provincia a provincia e spesso in ogni comune. È solitamente permesso accendere fuochi soltanto nelle aree attrezzate per l’accensione di fuochi, individuate dall’autorità forestale stessa.

Alcune zone possono essere particolarmente protette, come:

  1. Le spiagge, che vengono regolate secondo le discipline dei singoli comuni.
  2. La montagna e le zone boschive, per cui la distanza che deve esserci tra il bosco e il fuoco può cambiare su base provinciale o regionale.
  3. Le aree protette, come i parchi naturali, in cui accendere fuochi è vietato.


Se vi trovate in un campeggio, invece, fate riferimento al regolamento del campeggio stesso, e se è permesso, fate affidamento alle aree attrezzate all’interno del campeggio.
Vi consigliamo comunque di controllare la legge forestale regionale della zona in cui campeggiate per non rischiare di incorrere in multe molto salate e infrangere la legge. Ecco un link utile dove potete trovare informazioni sulle leggi regionali: Normativa Regionale.
Nel caso in cui deciderete di accendere un fuoco è necessario comunque seguire alcune regole ferree:

  1. Mettere in sicurezza e delimitare il fuoco, ad esempio disponendo delle pietre attorno al braciere.
  2. Tenere le fiamme il più basse possibile.
  3. Assicuratevi, nel momento in cui si abbandona il fuoco, che sia completamente spento: il modo migliore e spargere dell’acqua sulle braci e mescolarle con un bastone, continuando ad aggiungere acqua fino a quando, appoggiandoci la mano sopra, non le sentirete fredde.


Queste sono regole che vengono date dall’autorità forestale ed è perciò necessario seguirle alla lettera, ma ci sono altre regole non ufficiali che è necessario seguire per saper gestire bene un fuoco.


1. Non accendete il fuoco troppo vicino alla vostra tenda o a quelle dei vicini. Le tende sono spesso fatte di tessuti industriali molto infiammabili. Evitate quindi di accendere il fuoco vicino a qualsiasi cosa possa essere facilmente infiammabile.

2. Controllate il vento. Evitate di creare un fuoco controvento, ovvero fate in modo che il fumo e le scintille non siano dirette verso di voi, verso la vostra tenda. Questo è un consiglio molto utile non solo per evitare che le scintille brucino la tenda, ma anche per evitare l’odore di fumo all’interno e non farvi intossicare quando sarà ora di dormire.

3. Vestitevi in modo intelligente. Non indossate tessuti in pile, che sono facilmente infiammabili. Cercate di indossare sempre dei guanti ignifughi: scottarsi non è così facile, ma passare il resto della vacanza al centro ustioni dell’ospedale non è una bella esperienza.

4. Sistemate il suolo sul quale accenderete il fuoco. Ciò significa togliere le foglie che possono facilmente prendere fuoco e trasmetterlo al resto della vegetazione. Togliete anche piccoli i rametti, vi saranno molto più utili raggruppati tutti insieme per accendere il fuoco. Inoltre trovate un posto lontano dagli alberi, al di sopra del fuoco deve esserci uno spazio vuoto in modo che il fumo abbia libertà di salita verso l’alto e non trovi ostacoli, come possono essere i rami degli alberi.

5. Evitate di usare prodotti altamente infiammabili, o moderatene l’utilizzo. Utilizzare liquidi come benzina o alcool faciliterà sicuramente l’accensione del fuoco, ma sono strumenti molto pericolosi. Se proprio volete usarli, allontanate i contenitori prima di accendere la fiamma, fate molta attenzione a non rovesciarli sul terreno circostante e a non spargerli sui vestiti che indossate. Assolutamente non spruzzateli direttamente sul fuoco acceso, rischiereste di far esplodere il contenitore che avete tra le mani! Prima di accendere la fiamma, lavatevi bene le mani sulle quali può essere rimasta qualche traccia di liquido.

6. Piuttosto usate prodotti come fiammiferi e accendi-fuoco, sono molto più sicuri! Date anche un’occhiata ai trucchi per accendere il fuoco che abbiamo raccolto per voi in un altro articolo: sicuramente vi saranno molto utili e vi salveranno in situazioni difficili, li trovate qui.

7. Non lasciate incustodito il fuoco, neanche per poco tempo.

8. Andatevene solo quando il fuoco sarà spento. Completamente spento, per questo è utile tenere vicino dell’acqua, anche piovana, per potersi assicurare che le braci non siano più calde prima di abbandonare il fuoco.

9. Evitate di accendere fuochi quando ci sono condizioni meteorologiche che possono facilitare lo sviluppo di incendi, come forte vento e incendi.


Ricordatevi comunque che la regola principale resta il buon senso. Se vi trovate in una situazione di difficoltà e il fuoco vi serve per tenervi al caldo, mangiare o proteggervi da predatori selvatici, per cui senza di esso non potreste sopravvivere, probabilmente in questo caso la scelta tra la vostra sopravvivenza e una multa da pagare è abbastanza ovvia, tanto che anche l’autorità forestale potrà facilmente chiudere un occhio!

pasti iofilizzati
Vacanze senza stress