La sfortuna, si sa, non risparmia nessuno e un imprevisto, una situazione di emergenza, si possono verificare in qualsiasi momento, soprattutto quando sei in campeggio. Potresti perderti durante un’escursione, infortunarti mentre esplori nuovi posti, rimanere bloccato durante un’escursione in canoa. Insomma, le occasioni sono davvero molte e, spesso, non bisogna avventurasi in luoghi così remoti per rischiare di trovarsi in situazioni di pericolo.

Creare un Kit base di sopravvivenza da portare con sé durante i viaggi in campeggio, le tue escursioni e le gite, è assolutamente essenziale.

La maggior parte delle persone, quando si parla di Kit di Sopravvivenza, pensano a questi zaini pre-fatti, ricchi di accessori super tecnici per ogni evenienza che, senza ombra di dubbio, gli salveranno la vita. Ebbene, non è sempre così.

Devi ricordare, se sei già in campeggio, molto probabilmente hai una tenda, un fornello e altri attrezzi che potrebbero essere considerati attrezzi di sopravvivenza in molte situazioni. L’obiettivo di un Kit di Sopravvivenza  è quello di assicurarti di avere un set base di equipaggiamento e rifornimenti aggiuntivi che ti consenta non solo di superare la situazione di emergenza in cui ti trovi, ma anche di affrontare 5-7 giorni e una serie di circostanze extra.

L’Anatomia di un Kit di Sopravvivenza in campeggio

I Kit di Sopravvivenza sono pensati per aiutarti quando sei in situazioni di emergenza, da quelle più semplici a quelle in cui puoi rischiare anche la vita.

In questi tipi di situazioni ci sono 8 categorie di prodotti che devi avere:

Costruire il proprio kit di sopravvivenza

Acqua

L’acqua è ovviamente il primo e fondamentale punto della lista. Nella maggior parte delle situazioni di campeggio ed escursionismo, l’acqua è facilmente disponibile.

Una buona borraccia termica capiente è quindi sufficiente per garantirci la giusta idratazione. Io mi trovo davvero bene con le celebri Lanken solide, pratiche e disponibili in moltissimi colori.

Il kiti di emergenza però serve nelle situazioni “non comuni”, ecco allora che non deve mancare una Life Straw o un altro dispositivo di purificazione dell’acqua che sia piccolo e leggero.

Cannuccia filtra acqua

Per chi vuole un set più completo, si trovano anche Kit con filtro e borsa d’acqua inclusa.

Cibo

Energie, energie, energie! il cibo è un elemento che non deve assolutamente mancare nel tuo kit di sopravvivenza.

Tutti abbiamo sentito parlare della famosa Razione K dei militari, una dose di calorie che ci permette di sopravvivere un paio di giorni e ci fornisce le energie per metterci in salvo.

Ci sono davvero numerosi prodotti che vengono proposti come “cibo da sopravvivenza”e sono per lo più barrette prevalentemente a base di mais, all’apparenza davvero poco invitanti.

Esiste però un intero mondo di Food Kit di sopravvivenza e alcune volte non serve andare a cercare cose poi così tecnologiche. Una sana scorta di preparati Knorr ci garantisce, ad esempio, di preparare un piatto gustoso dovendo aggiungere sola acqua calda.

Riparo e Calore

Se ti piace l’avventura e il campeggio probabilmente sei un fan di Bear Grylls però, mi spiace distruggere un sogno, no, non è così semplice nè rapido abbattere alberi e costruire rifugi.

In questi casi ci sono due cose di cui non puoi fare a meno:

Coperta termica

Coperta termica

Stare al caldo in un rifugio aiuta a prevenire l’ipotermia e aiuta a calmare il corpo e i nervi in una situazione di stress elevato.

In pochissimo spazio potete anche aggiungere gli scaldamani o Thermopad e non vi dovrete più preoccupare del freddo a mani e pieni. Penso che siano davvero insispensabili: economici, non ingobranti e a lunga durata!

I più esperti del Kit fai da te, consigliano anche di portare con sè un paio di grandi sacchi neri, possono facilmente essere usati come riparo per sè o per le proprie attrezzature.

Il calore consiste anche nel poter accendere un fuoco. Un fuoco offre davvero molto in una situazione di sopravvivenza come calore, tranquillità, sicurezza e la luce. Un semplice kit per l’accensione del fuoco contenuto nel tuo kit di sopravvivenza è tutto ciò di cui hai veramente bisogno.

Kit di accensione acciarino

Fiammiferi impermeabili antivento

Barrette combustibili

Poco spazio e un fuoco assicurato. Conviene sicuramente avere tutti questi strumenti nello zaino, saranno utili in ogni situazione.

Luce

Avere una buona luce impermeabile con una batteria a lunga durata è un altro elemento essenziale per qualsiasi kit di sopravvivenza da campeggio. Essere in grado di vedere l’ambiente circostante la sera, creare un riparo e persino segnalare ad altri fa una torcia elettrica come questa torcia ultra luminosa da 300 lumen (2,2 once).

Un altro elemento a mio parere indispensabile per il nostro kit sono i bastoncini luminosi 

Da non dimenticare poi è una torcia: ricaricabile, impermeabile e soprattutto con aggancio per liberare le mani.

Comunicazione

Restare in contatto con il mondo è sempre una buona idea. Ti consiglio di mettere nello zaino anche un telefono di emergenza da tenere sempre carico e con tutti i numeri da contattare per emergenza.

Primo Soccorso

Un kit di sopravvivenza per le escursioni deve includere qualcosa in più dei classici cerotti e disinfettante perchè le situaizoni che si possono prensentare possono essere davvero le più varie. Consiglio di pensare a dei kit già pronti per due motivi principalmente, comodità e compattezza del kit e soprattutto per il minor costo dei singoli elementi. Una volta acquistato il kit con la sua borsa, ancora meglio se impermeabile, potrete arricchirlo di tutti gli elementi che possono tornarvi utili e che non sono compresi.

Due kit che trovo davvero validi  sono:

Accessori Fondamentali

Avrai anche bisogno di un coltello nel tuo kit. Esistono davvero moltissime tipologie di coltelli, dalla semplice lama ai coltelli più attrezzati. Quello che davvero ti serve è  un coltello di alta qualità che sappia svolgere al meglio il suo compito.

Ci sono molti coltelli di sopravvivenza di alta qualità che sono un’aggiunta perfetta a qualsiasi kit di sopravvivenza.

Il coltello pieghevole a serramanico Tacklife e il più famoso Gerber  sono coltelli perfetti. Entrambi hanno lame di alta qualità e ciascuno aggiunge funzionalità extra.

Ultima cosa, la meno, diciamo “avventurosa” ma sicuramente indispensabile : un buon Powerbank che vuol dire energia per ricaricare la propria torcia e il proprio telefono, entrambi oggetti che possono salvarti la vita. Sfruttare l’energia solare in questo caso lo rende ancor più utile in tutte le situazioni.